Ciò che non uccide, fortifica! 

Ti sei mai trovato a dover affrontare periodi di forte stress, ti sei mai visto crollare addosso tutto ciò per cui avevi lottato o abbandonato nel momento in cui avevi veramente bisogno? La scomparsa di una persona cara, l’azienda per la quale lavoravi da anni che all’improvviso ti lascia a casa a causa della crisi o il tuo partner che ti dice di non trovarsi più bene con te?

Sì, in una situazione di Mer*a, con la m maiuscola. Probabilmente sì, e mi fa piacere che tu stia leggendo questo articolo perchè gli spunti che troverai ti saranno utili in futuro, presta attenzione!

Le leggi della vita

“Ciò che non uccide fortifica”… se ti riprendi bene aggiungerei! Puoi superare qualsiasi difficoltà nella vita, ma se non impari qualcosa dalle tue cadute lo sforzo che avrai impiegato per rialzarti sarà stato vano.

È inutile piangere sul latte versato” si dice, e infatti è la peggiore cosa che puoi fare! Ciò che è successo è successo, assimilalo, prenditi del tempo per te per riflettere ma poi ricorda che la vita va avanti e che puoi ricominciare, sempre.

Sono questi i momenti che ti fanno crescere, non focalizzarti sugli aspetti negativi ma su quanto potrai imparare e quali opportunità ti si presenteranno se affronti questo momento rimanendo concentrato sul cogliere le opportunità che questa situazione ti offre!

In questi momenti hai bisogno di una virtù in particolare, la Resilienza, che si può riassumere nella frase “mi piego ma non mi spezzo“, incassi il colpo ma non vai al tappeto.

“Nei tempi di crisi c’è chi piange e chi fabbrica fazzoletti”: impara a ragionare a sangue freddo, a vedere la situazione da un altro punto di vista per saper sfruttare le opportunità che la situazione offre.

Così ragionano le persone veramente adulte, se invece sei ancora un ragazzino o una ragazzina nella tua testa puoi lamentarti di ciò che ti sta capitando, ma non risolverai un bel niente.

La strada è diversa se la guardi da un elicottero 

Fermati un attimo e respira, poi cerca di staccarti dalla situazione nella quale ti trovi e guardati con gli occhi di una persona che non ti conosce e ti guarda da fuori, guarda a sangue freddo i fatti accaduti e come ti sei comportato. Magari scoprirai di aver sbagliato, ma potrai anche capire come andare avanti e risolvere le cose.

Non lasciare che il quadro sia rovinato da un solo puntino nero: ricordati che la tua energia va dove scegli di porre l’attenzione. Se vuoi vedere ostacoli, creerai difficoltà. Se scegli di guardare le opportunità creerai occasioni.

È difficile fare tutto questo quando le acque sono ancora agitate, per questo motivo prenditi del tempo per assimilare il l’accaduto, ma poi agisci. Non tutti i mali vengono per nuocere e ricordati che c’è sempre il rovescio della medaglia, SEMPRE.

 

 

 

 

Categories: Crescita personale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: